Diritto della proprietà intellettuale - Diritto dell'impresa - Diritto commerciale - Diritto del lavoro
News

Cerca nelle notizie

  

TopLegal - Intellectual Property ranking 2022

Anche quest'anno il prof. Massimo Cartella e Gabriele Cartella sono stati inseriti nel ranking di TopLegal dedicato al settore IP.

Lo studio ringrazia colleghi e clienti per i giudizi favorevoli.

Convegno "INTANGIBLE ASSETS: VULNERABILITA’ DELLE AZIENDE E POSSIBILI RIMEDI"

In occasione del convegno "INTANGIBLE ASSETS: VULNERABILITA’ DELLE AZIENDE E POSSIBILI RIMEDI", organizzato dalla Camera Civile degli Avvocati di Treviso e da Assindustria Veneto Centro, che si terrà a Treviso giovedì 29 settembre, il prof. Cartella terra una relazione dal titolo "Il marchio di fatto e i diritti di preuso sul segno: criticità e onere di allegazione e prova nella difesa giudiziale".

Si allega la locandina dell'evento.

 

Decreto conciliazione vita-lavoro e prescrizione dei crediti lavorativi

Di seguito vi aggiorniamo sulle ultime novità in tema di diritto del lavoro, introdotte dal cd. Decreto conciliazione vita-lavoro e da un recente sentenza della Corte di Cassazione.

 

Congedi

In virtù del decreto, è confermata (visto che era già prevista, in via sperimentale, dalla legge di bilancio del 2022) la durata di 10 giorni (20 giorni in caso di parto plurimo) del congedo di paternità obbligatorio, che spetta anche al padre adottivo o affidatario.

Il congedo può essere fruito a partire dai 2 mesi precedenti alla data presunta del parto e nei 5 successivi (anche in contemporanei con la fruizione del congedo di maternità), anche non consecutivamente, ma non può essere goduto ad ore.

Per i giorni di congedo di paternità obbligatorio è riconosciuta un’indennità pari al 100% della retribuzione.

Il congedo di paternità obbligatorio spetta in aggiunta al congedo di paternità alternativo, fruibile in caso di morte, grave infermità o abbandono del bambino da parte della madre.

 

Il congedo parentale facoltativo, successivo a quello obbligatorio, spetta:

  • per un periodo di 3 mesi (non trasferibili), a ciascun genitore;
  • per un ulteriore periodo di 3 mesi, ad entrambi i genitori, ma in alternativa tra loro, per un periodo massimo indennizzabile di 9 mesi tra i genitori;
  • per un periodo di 11 mesi al genitore solo.

I congedi possono essere fruiti sino ai 12 anni d’età del figlio.

Un’indennità pari al 30% della retribuzione è riconosciuta sino ad un massimo di 9 mesi.

 

Lavoro agile ed accesso prioritario

Il decreto stabilisce che talune categorie di lavoratori abbiano diritto di accesso prioritario al lavoro agile. Si tratta di:

  • lavoratori disabili in situazione di gravità accertata (ex art. 4 comma 1 della L. 104/1992);
  • lavoratori con figli fino a 12 anni di età;
  • lavoratori con figli disabili con minorazione tale da avere un’autonomia personale ridotta con necessità di intervento assistenziale permanente, continuativo e globale (ex art. 3 comma 3 della L. 104/1992);
  • lavoratori che svolgono anche attività di caregiver di un soggetto (coniuge; partner di unione civile tra persone dello stesso sesso; convivente di fatto; familiare o un affine entro il secondo grado e, nei soli casi di disabilità grave o di titolarità di indennità di accompagnamento, familiare entro il terzo grado) che, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non è autosufficiente (ex art. 1 comma 255 della L. 205/2017).

Ricordiamo che il datore di lavoro ha il diritto di decidere se adottare, o meno, lo smart working. Dunque, se tale modalità lavorativa non viene adottata, i lavoratori con diritto di priorità non possono comunque svolgere la propria attività in smart working.

 

Prescrizione dei crediti lavorativi

Segnaliamo, infine, un’importante sentenza della Corte di Cassazione (n. 26246 del 06/09/2022) che, ricomponendo un contrasto giurisprudenziale, ha stabilito che la prescrizione dei crediti lavorativi non decorre durante il rapporto di lavoro, ma solo dal momento della conclusione dello stesso, a prescindere dall’applicabilità, o meno, dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori.

 1 2 3 4 5  ...  
Studio Legale Cartella-Manzoni ©2022 - Tutti i diritti riservati. Partita IVA: 02432760151