Diritto della proprietà intellettuale - Diritto dell'impresa - Diritto commerciale - Diritto del lavoro
Lo studio

Lo Studio è attivo nel settore del diritto civile, in particolare nelle aree:

  • del diritto della proprietà intellettuale, della pubblicità e delle nuove tecnologie
  • del diritto commerciale e societario
  • del diritto del lavoro
  • della privacy.

Lo Studio offre ai propri clienti, italiani e stranieri:

  • consulenza extragiudiziale
  • assistenza nella negoziazione e redazione di contratti, anche internazionali
  • assistenza giudiziale, in tutti i procedimenti davanti agli organi giudiziari italiani e comunitari, in arbitrati nazionali ed internazionali e nei procedimenti gestiti dall’U.I.B.M., dall'EUIPO, dallo IAP, dall’A.G.C.M. (in  materia di pubblicità ingannevole e comparativa e di pratiche commerciali scorrette), dall’A.G.Com. (in materia di diritto d’autore) e dagli organi di ADR.

Gli avvocati sono iscritti all’Ordine degli Avvocati di Milano.

Ultime News

Principali novità legislative di inizio 2023

Legge di Bilancio 2023

 

Il 1° gennaio è entrata in vigore la legge di bilancio 2023, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre scorso.

 

Di seguito, un sunto di alcune delle principali novità per le imprese:

 

  • (art. 1 co. 63) tassazione premi produttività: riduzione al 5% dell’aliquota dell’imposta sostitutiva sui premi di produttività[1] dei dipendenti;
  • (art. 1 co. 281) esonero contributivo dipendenti: esonero del 2% sulla quota dei contributi previdenziali a carico dei dipendenti con retribuzione imponibile mensile non superiore ad euro 2.692 (maggiorato, per la competenza di dicembre, del rateo di tredicesima) e del 3% se la retribuzione imponibile mensile non eccede l’importo di 1.923 euro;
  • (art. 1 co. 294)[2] assunzione di percettori di reddito di cittadinanza: esonero contributivo totale (entro il limite di euro 8.000) per 12 mesi dei contributi a carico del datore di lavoro in caso di assunzione a tempo indeterminato[3] di percettori del reddito di cittadinanza[4];
  • (art. 1 co. 297)[5] assunzione under 36: esonero contributivo totale (entro il limite massimo di euro 8.000) per 36 mesi[6] dei contributi a carico del datore di lavoro in caso di assunzione a tempo indeterminato[7] di under 36 che non abbiano avuto precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato;
  • (art. 1 co. 298)[8] assunzione di personale femminile: esonero contributivo totale (entro il limite massimo di euro 8.000) per 18 mesi[9] dei contributi a carico del datore di lavoro in caso di assunzione a tempo indeterminato di alcune categorie di donne: donne con almeno 50 anni, disoccupate da oltre 12 mesi; donne di qualsiasi età, residenti in regioni ammissibili ai finanziamenti nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione europea prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi; donne di qualsiasi età che svolgono professioni o attività lavorative in settori economici caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi; donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi;
  • (art. 1 co. 342) voucher: aumento ad euro 10.000 del limite di utilizzo dei cd. voucher per la totalità dei prestatori di lavoro accessori, con limite ad euro 5.000 per il corrispettivo massimo spettante al singolo prestatore. L’utilizzatore non potrà avere alle proprie dipendenze più di 10 dipendenti a tempo indeterminato;
  • (art. 1 co. 359) congedo parentale: per i congedi di maternità o paternità che terminano successivamente al 31 dicembre 2022, l’indennizzo per uno dei mesi di congedo, fruibile in via alternativa da entrambi i genitori entro il 6° anno di età del bambino, sarà aumentato all’80% della retribuzione.

 

Sempre la legge di bilancio 2023 prevede novità nei seguenti ambiti:

  • (art. 1 co. 306) smart working: proroga sino al 31 marzo 2023 della possibilità di ricorrere allo smart working per i cd. lavoratori fragili, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione compresa nella medesima categoria o area di inquadramento, senza alcuna decurtazione della retribuzione;
  • (art. 1 co. 415) cd. Nuova Sabatini: proroga di sei 6 mesi del termine di ultimazione degli investimenti oggetto dei finanziamenti agevolati stipulati dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2023. Ricordiamo che la cd. Nuova Sabatini è una misura rivolta alle PMI con sede (o unità locale) in Italia, volta a favorire gli investimenti necessari all’acquisto (o al leasing) di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. Ulteriori informazioni sulle modalità di presentazione delle domande possono essere reperite sul sito del MiSE: https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/agevolazioni-per-gli-investimenti-delle-pmi-in-beni-strumentali-nuova-sabatini;
  • (art. 1 co. 271) sanatoria Credito R&S: proroga al 30 novembre 2023 del termine per accedere alla sanatoria relativa al credito d’imposta per gli investimenti in attività di R&S.

 

Covid – Modalità di gestione di positivi e contatti stretti

 

Il 31 dicembre il Ministero della Salute ha emanato la circolare n. 51961 con la quale ha fornito informazioni sulle modalità di gestione dei casi di positività o di contatti stretti con soggetti positivi alla CoVid-19.

 

I soggetti risultati positivi ad un test (antigenico o molecolare) per il SARS-CoV-2 sono sottoposti ad isolamento con le seguenti modalità:

  • per gli asintomatici e coloro che non presentano sintomi da almeno 2 giorni, l’isolamento termina 5 giorni dopo il test positivo o la comparsa dei sintomi, a prescindere dall’effettuazione di un test. Per gli asintomatici l’isolamento può terminare anche prima in caso di esito negativo di un test (antigenico o molecolare) effettuato presso strutture sanitarie o farmacie;
  • per gli immunodepressi, l’isolamento termina dopo almeno 5 giorni, a seguito di test (antigenico o molecolare) negativo.

Al termine dell’isolamento è obbligatorio l’uso di mascherine FFP2 fino al 10° giorno successivo all’inizio dei sintomi o al test che ha rilevato la positività. L’uso può essere interrotto precedentemente in caso di esito negativo di un test (antigenico o molecolare).

 

I soggetti che sono contatti stretti di un positivo sono sottoposti ad auto-sorveglianza, durante la quale è obbligatorio l’uso di mascherine FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Se durante l’auto-sorveglianza si manifestano sintomi, è raccomandata l’esecuzione di un test.

 

[1] Ai sensi dell’art. 1 co. 182 l. 208/2015, si tratta dei premi variabili la cui corresponsione sia legata ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, regolamentati da accordi collettivi, aziendali o territoriali, di secondo livello, per importi fino a 3.000 euro ed a condizione che il dipendente non abbia percepito un reddito superiore ad euro 80.000 nell’anno precedente quello di percezione dei premi.

[2] Misura soggetta all’autorizzazione della Commissione Europea.

[3] O di trasformazione di precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

[4] L’esonero non si applica ai rapporti di lavoro domestico.

[5] Misura soggetta all’autorizzazione della Commissione Europea.

[6] 48 mesi per i datori di lavoro che assumono in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

[7] O di trasformazione di precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

[8] Misura soggetta all’autorizzazione della Commissione Europea.

[9] 12 mesi in caso di assunzione a tempo determinato.

Studio Legale Cartella-Manzoni ©2023 - Tutti i diritti riservati. Partita IVA: 02432760151