Diritto della proprietà intellettuale - Diritto dell'impresa - Diritto commerciale - Diritto del lavoro
Lo studio

Lo Studio è stato fondato nel 1946 dagli avvocati Marco e Gabriele Cartella; dal 1985 è guidato dal professor avvocato Massimo Cartella e dall’avvocato Carlo A. Manzoni.

Lo Studio è attivo prevalentemente nel settore del diritto civile, con particolare attenzione alle aree del Diritto della Proprietà Intellettuale, del Diritto Commerciale e Societario, del Diritto del Lavoro e della Privacy.

Lo Studio offre ai propri clienti, italiani e stranieri:

  • Consulenza extragiudiziale
  • Assistenza nella negoziazione e redazione di contratti, anche internazionali
  • Difesa nel contenzioso, in tutti i procedimenti davanti agli organi giudiziari italiani e comunitari, in arbitrati nazionali ed internazionali e nei procedimenti gestiti dall’U.I.B.M., dall'EUIPO, dallo IAP, dall’A.G.C.M. (in  materia di pubblicità ingannevole e comparativa e di pratiche commerciali scorrette), dall’A.G.Com. (in materia di diritto d’autore) e dagli organi di ADR.

Gli avvocati sono iscritti all’Ordine degli Avvocati di Milano.

Ultime News

Bonus pubblicità

Dal 1 al 30 settembre si apre una nuova finestra temporale per inviare le comunicazioni telematiche per accedere al credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari (cd. bonus pubblicità), agevolazione introdotta nel 2018. Posto che la normativa emergenziale ha introdotto un regime straordinario per il 2020, al fine di favorire gli investimenti pubblicitari su stampa, televisione, radio ed internet, di seguito forniamo un breve sunto dell’agevolazione.
 
OGGETTO E MISURA DEL CREDITO D’IMPOSTA
L’agevolazione consiste in un credito d’imposta nella misura del 50% del valore imponibile degli investimenti pubblicitari effettuati su:
  • stampa quotidiana o periodica (anche online), iscritta presso il tribunale competente e dotata di un direttore responsabile
  • radio e televisioni (non partecipate dallo Stato), iscritte presso il registro degli operatori di comunicazione
durante il 2020.
 
BENEFICIARI
Possono usufruire dell’agevolazione i seguenti soggetti:
  • titolari di redditi d’impresa
  • lavoratori autonomi
  • enti non commerciali.
INVESTIMENTI ESCLUSI
Sono esclusi dalla misura i seguenti investimenti: inserzioni pubblicitarie su motori di ricerca e social media; televendite; pubblicità relative a servizi di pronostici, giochi o scommesse, chat; spese accessorie.
 
LIMITI
Il limite di spesa è pari a 50 milioni di euro per gli investimenti sulla stampa e 35 milioni di euro per gli investimenti su radio e televisioni.
 
DEROGHE ALLA DISCIPLINA ORDINARIA
Rispetto alla disciplina ordinaria muta la misura del credito d’imposta (50% in luogo dell’ordinario 75%) e vengono meno i requisiti del cd. valore incrementale (ossia, un aumento di almeno 1% rispetto all’investimento effettuato nell’anno precedente) e dell’aver precedentemente sostenuto analoghi investimenti sugli stessi mezzi di informazione.
 
MODALITÀ DI ACCESSO
Le comunicazioni telematiche per accedere al credito d’imposta potranno essere presentate dal 1 al 30 settembre nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Successivamente, dal 1 al 31 gennaio 2021 dovranno essere presentate le dichiarazioni sostitutive relative agli investimenti effettuati.
 
Per ulteriori informazioni:

Studio Legale Cartella-Manzoni ©2020 - Tutti i diritti riservati. Partita IVA: 02432760151